was successfully added to your cart.

Arrivando a Zacinto, o più comunemente chiamata Zante, si cerca immancabilmente di mettere in fila i versi foscoliani ormai sfilacciati nella nostra memoria, seguendone l’eco lacrimoso e accorato.
Zante è delle isole Ionie greche la terza in grandezza (dopo Corfù e Cefalonia) ed è conosciuta poiché, ai tempi del dominio Veneziano, diede i natali al poeta Ugo Foscolo, il quale dedicò all’isola il suo noto sonetto “A Zacinto”. Qui nacque anche Dionysios Solomos, il principale poeta greco moderno, che proprio sulle colline di Zante scrisse quello che ora è l’inno nazionale greco.
L’isola è inoltre famosa in tutto il mondo grazie alla incantevole Spiaggia del Relitto, una baia di ciottoli e sabbia bianca racchiusa tra due alture e con al centro il relitto di un mercantile naufragato. La spiaggia è la più fotografata di tutta la Grecia e forse di tutto il Mar Mediterraneo. Lì l’acqua cristallina, mescolandosi a correnti sottomarine di zolfo e sulle quali si riflettono le bianche scogliere, assume tonalità di un azzurro inteso e luminoso quasi irreale.
Le abbondanti precipitazioni invernali donano una ricca e sempre verde vegetazione all’isola, tanto che Omero la soprannominò “Fior di Levante”, oltre a favorire una considerevole riserva idrica per le estati, che invece sono molto calde e secche.
Le coste bagnate da un’acqua eccezionalmente calda, oltre a rendere la stagione turistica particolarmente lunga (da maggio a fine ottobre), sono anche le favorite delle tartarughe marine CARETA – CARETA, una rara specie protetta, che qui tornano ogni estate a deporre le uova.
Nelle rocciose e scoscese coste occidentali si riproduce invece la foca Monachus Monachus, anch’essa protetta e tutelata dalle autorità locali.
Oltre al suo splendido paesaggio naturale, Zante offre l’opportunità di visitare numerosi isolotti disabitati che la circondano; prime fra tutti le Strofadi, due piccole isole situate a 27 miglia nautiche a sud di Zante, per la loro bellezza incluse nel parco marino.
Zante, non solo poesia, storia, natura, ma anche mitologia: come del resto tutti i territori della Grecia, quest’isola possiede un ricco bagaglio mitologico. Oltre alla storia della sua nascita e i racconti di Omero, si dice anche che fosse parte del regno di Ulisse e che almeno dodici navi fossero partite da qui per la guerra di Troia.
A bordo del Moana60 ci faremo sedurre dalla magica atmosfera di quest’indimenticabile isola.

Leave a Reply